Forum

Message posted on : 01/11/2010
Author : (8)
Topic : PNEUMATEOLOGIA (visione riflessa)


.

AGENTE DELLA MORTE DELL'AMORE.
AGENTE DUNQUE DI SATANA.
E COAGENTE MIO: TUTTO PER ME, E INSIEME CON ME.
E IL MIO AGIRE GLI DA' UNA CRESCITA CONTINUA.
QUINDI CRESCE, COME AGENTE DELLA MORTE, DI SATANA E COME COAGENTE MIO.
E IL SUO FARE HA LE QUALITA' DELL'ISTINTO

----------------------------------

La prima sintesi, a questo punto, la possiamo esprimere così:
"AD OGNI TOCCO, IL MIO SENTIRE".
E la seconda sintesi, che abbiamo cominciato a svolgere, è:
"AD OGNI SENTIRE, IL MIO AGIRE".
Dal sentire, io devo passare all'agire.
Colui che mi costringe a questo passaggio è lo Pneuma Paterno: l'Agente dell'amore Paterno, e dal Padre inseparabile.
Ogni qualvolta la concezione umana viene battezzata dello spirito di amore del Padre, viene anche simultaneamente cresimata dal suo Agente.
Ed è proprio per questo che un battesimo è sempre anche cresimato.
Se non lo è, non esiste.
Battesimo Paterno Cresimato, dove lo spirito di amore del Padre e il suo Agente formano il centro della persona.
Amore Paterno e energia Pneumatica sono dunque il mio centro.
L'amore mi dà il sentire, l'Agente mi dà l'agire.
Lo può fare perchè è energia divina dell'amore Paterno.
E il mio è un centro di morte Paterna, e il suo Pneuma ne è l'Agente di morte.
E io me lo sono così trovato il mio amico più sincero e fedele.
Quello che fa, infatti, lo fa tutto quanto e soltanto per me.
Ma un tragico amico, perchè quello che fa è tutto per la mia morte: quella dell'amore.
Proprio perchè Satana mi ha egoisticizzato sia l'amore Paterno, sia il suo Agente.
Ed è anche coagente mio: non fa mai da sè, ma sempre con me.
Prima si serve della mia istintività, poi della mia razionalità.
Per natura, lo Pneuma è l'Agente dell'amore Paterno; e per formatura è diventato l'Agente di Satana.
Non pensiamolo dunque molto indaffarato, Satana, dal momento che ha piegato - al suo totale servizio e senza la possibilità di opporgli alcun rifiuto - l'Agente dell'amore Paterno.
E per tutta la mia vita anch'io ora gli sarò schiavo, e fedelissimo.

Le qualità del suo agire:
1) L'Agente della morte fa sempre agire ad ogni sentire.
Non c'è un sentire che non segna il suo agire, fosse anche soltanto nel desiderio.
Quando mi si dice che il vedere certe situazioni non fa nè caldo nè freddo, io faccio questa riflessione: il sentire c'è sempre; tu credi di non averlo, ma esso ha il primato in te.
E anche il piccolo e banale sentire va a fare massa con il grande sentire.
2) L'Agente fa velocemente, perchè fa fulmineamente.
La sua velocità nell'agire è la massima possibile: più veloce di così non si può essere.
3) Fa potentemente: la sua forza è travolgente.
E' la forza di un uragano, di una valanga, di un'atomica.
4) Fa infallibilmente: non sbaglia mai.
Mi fa sempre prendere ciò che mi piace, come mi fa sempre eliminare quello che non mi piace.

Non possiamo ora non constatare la sua crescita ininterrotta.
Cresce la persona, facendo crescere anche l'amore di odio; cresce il suo Agente, e la sua crescita può raggiungere vertici tali da non potersi più sfibbrare nè fiaccare.
Più ci amiamo, e più odiamo; e più gigante, nel frattempo, si fa l'Agente della morte.

.

per info, scrivere a don Luciano
eremita in citta marketingeremita in citta