Forum

Message posted on : 02/11/2010
Author : (21)
Topic : PNEUMATEOLOGIA (visione riflessa)


.

SCRIBI E FARISEI CON DUE FUNZIONI: INSEGNAMENTO E COMPORTAMENTO.
SI METTONO LORO A DIRE: COSE INSOPPORTABILI DI PERSONE CHE NON FANNO; VANNO SOSTITUENDO LE COSE DI DIO CON QUELLE UMANE; E LE VANNO ALTERANDO.
ESSI SONO CIECHI MAESTRI DI MENZOGNA.

----------------------------------

Un magico inganno mi sono trovato: l'amarmi e l'odiare.
La morte viva dell'amore del Padre.
Ma io continuo a sentirne piacere.
E' l'inganno del piacere.
Il piacere della morte.
Satana me lo ha confezionato.
Io me lo bevo tranquillamente, mentre mi faccio menzogna.
Quella istintiva ottiene sempre il concorso di quella razionale.
Senza alcun timore mi sono detto tutto menzogna.
Questo lo si dice per la persona comune.
Siamo passati alla persona di Chiesa, per un fortissimo sospetto che in lei la menzogna possa raddoppiarsi.
La persona di Chiesa è colui che ne fa funzionare gli organi vitali; Chiesa è una religione organizzata, con tanto di organi vitali.
Gesù li incontra proprio nella Chiesa Paterna privilegiata: quella ebraica.
Li ha trovati occupatissimi nel farfunzionare l'organicità della loro Chiesa.
Quali organi facevano funzionare?
Ci sono due organi complementari:
insegnamento e comportamento; come dire: fede e morale.
a) L'insegnamento veniva gestito dagli scribi o dottori della legge.
b) Il comportamento dai farisei o "separati"; perchè, a differenza degli altri, inculcavano come regola di vita non solo la legge scritta mosaica, ma pure la legge orale composta di precetti umani che venivano tramandati.

Scribi e farisei erano persone di Chiesa complementari.
Da Gesù stesso viene sottolineata la loro funzione.
Man mano che ci si avvicina all'era messianica, la voce dei profeti va scemando, fino a scomparire dalla vita ebraica.
Quel vuoto viene occupato da quelli che si sono affermati come scribi e farisei.
"Sulla cattedra di Mosè si sono seduti gli scribi e i farisei".
Si sono seduti: un posto occupato da loro stessi, e non assegnato da Dio.
E da una cattedra si parla, alla gente che ascolta.
Vi dicono, ma che cosa?
Le cose di Dio o le cose degli uomini?
Le cose di Dio sono tutte fattibili, mentre loro "legano pesanti fardelli e insopportabili, e li caricano sulle spalle degli altri".
Talmente insopportabili, che loro non li vogliono toccare nemmeno con un dito.
Si danno da fare gli altri, ma loro non fanno.
"Dicono, ma non fanno".
E' la prima orribile menzogna della persona di Chiesa: parola di uno che non la vuole praticare.
Dicendo questo Gesù vuole anche far emergere una grave sostituzione operata dalle persone di Chiesa ebraica: i precetti divini li hanno eliminati con i precetti umani.
Avevano protestato perchè i suoi discepoli non camminavano secondo la tradizione degli antichi, ma prendevano cibo con mani impure.
"Bene ha profetato Isaia di voi, ipocriti": un amore con le labbra, ma il cuore è lontano.
"Invano mi rendono culto con dottrine che sono precetti umani".
"Tenete le tradizioni ed eliminate il comandamento di Dio".
Bravissimi quindi nell'eliminare questo con i precetti umani.
Ricordiamo, al proposito, quello che disse Mosè al riguardo del quarto comandamento: "Voi dite: se qualcuno dice al padre o alla madre: "corban": votivo sui propri beni, tutto andava al Tempio, e per i genitori non c'era alcun vantaggio".
Un precetto umano abolisce la parola di Dio.
E' un esempio, ma "di cose simili ne fate molte".
Alterazione: "Giurare sul santuario non vale; per il dono sopra: si resta obbligati".
Il valore passa dal santuario all'oro.
Dall'altare al dono: alterazione, possibile solamente a delle guide cieche: "Guai a voi, guide cieche".
Per quel che dicono, amano farsi chiamare "rabbi" dalla gente.
Maestri di menzogna.
E per quello che fanno?...

.


per info, scrivere a don Luciano
eremita in citta marketingeremita in citta