Forum

Message posted on : 02/11/2010
Author : (23)
Topic : PNEUMATEOLOGIA (visione riflessa)


.

E LE PERSONE DI CHIESA CRISTIANA?
LA RELIGIONE SECONDA HA UN FARE CONTRARIO ALLA PRIMA: NON AMARMI, PER AMORE; NON ODIARE, PER LASCIARMI ODIARE.
MA LA PRIMA E' PIU' FORTE E SPAZZA VIA IL FARE CRISTIANO, SOSTITUENDOLO ORA COL CREDERE, ORA COL CONVINCERE, ORA COL PREGARE.

----------------------------------

La persona di Chiesa Paterna infernalizzata - e tutti lo siamo - è menzogna semplice, per quell'inganno del piacere che la fa essere menzogna.
Ci siamo fatti un'idea precisa dell'uomo di Chiesa Paterna privilegiata ebraica.
Dicono e non fanno.
Con quello che fanno vanno aspirando l'ammirazione e la lode della gente, mentre accuratamente vanno nascondendo tutto il male che internamente fanno circolare.
Quelle persone come Chiesa Paterna sono menzogna prima; come Chiesa Paterna privilegiata sono menzogna seconda.
Quelle persone di Chiesa, quindi, sono menzogna raddoppiata.

E le persone di Chiesa cristiana?
Siamo noi, in grado diverso, ma lo siamo tutti.
Per sottoporci a un esame sincero ed onesto dobbiamo partire da ciò che abbiamo appreso da Satana.
La religione prima, la Paterna che Lui ci ha infernalizzato ce l'ha ridotta al puro essenziale, finanche ce l'ha resa istintiva.
La religione Paterna è tutta e soltanto nel fare.
Ed è vero.
La religione Paterna è vivere dello spirito di amore del Padre che mi si è dato da vivere.
Io ne vivo facendo tutto ciò che una persona fa.
Per questo io per istinto faccio amandomi e odiando.
Satana ha eliminato la fede, il culto, la preghiera.
Possiamo allora affermare che la religione Figliale essa pure è nel fare del cristiano.
Ma il fare cristiano deve mettersi contro il fare Paterno: lo deve sciogliere totalmente, almeno come tensione.
Con il fare Paterno io mi amo; con il fare cristiano io mi odio.
Col Paterno io odio; col Figliale mi lascio odiare.
Da qui nascono le condizioni poste da Gesù: "Se qualcuno mi vuol seguire, rinneghi se stesso, e mi segua con la sua croce".
Si uccida e si lasci uccidere.
Si tolga tutti i piaceri dell'amarsi e dell'odiare, e si disponga a lasciarsi odiare.
Il cristiano fa duplice morte: una se la dà; l'altra la accetta.
Con questa libera duplice morte fa il piccolo, va in metamorfosi, e passa a fare comunione di vita con la Trinità.
Un simile cristiano passa dalla menzogna alla veracità.
Ma la Paterna è più forte della Figliale, e la menzogna della prima va dilagando nella seconda.
La seconda menzogna, che è non amarmi per amare e non odiare per essere odiato, è sempre mettere da parte il fare cristiano.
Questa si compie con una sostituzione che ha espressioni diverse:

1) Un buon numero di cristiani si aggrappa al credere: "Ci credo anch'io" - e si cade nella menzogna seconda.

2) Un gruppo ancora più consistente sostituisce il fare cristiano con il culto: anch'io vado a messa.

3) Una massa ancor più consistente sostituisce la preghiera che non mi inganna: è la preghiera del fare.

Sempre attento su di me, colgo il mio sentire che mi si fa ad ogni tocco di cosa o di persona.
Mi dico di no a quel che mi piace, e non lo prendo; non concretizzo l'odio a chi non mi piace, mentre mi dispongo a lasciarmi odiare, in silenzio e con amore: è la mia continua preghiera del fare.
Quanti fratelli trovano facile sostituirla con la preghiera del dire, nella quale amano sprofondarsi, anche per averne ammirazione e lode generale.
Fosse almeno preghiera di amanti del Signore; ma è preghiera invece di vocianti e di brucianti la strada: gridano e corrono.
La radiografia è perfetta: persone di Chiesa cristiana della menzogna.
"NON VI CONOSCO: VIA DA QUI, OPERATORI DI INIQUITA'!".

.


per info, scrivere a don Luciano
eremita in citta marketingeremita in citta