Forum

Message posted on : 08/11/2010
Author : don Luciano
Topic : Esercizi di Preghiera (5)


*****

.5.

Preghiera del cuore mista

TECNICA MISTA
E' questa una tecnica più avanzata e difficile.
Consiste nella sincronizzazione di un certo numero di battiti del cuore con ognuna delle fasi della respirazione, e nell'adattamento, ad ogni battito del cuore, di uno dei termini della Preghiera di Gesù: "Signore Gesù Cristo Figlio di Dio, abbi pietà di me, peccatore ".
Anche su questa tecnica si trovano preziose indicazione nei Racconti del Pellegrino:
"Bene.
Allora immagina nella stessa maniera il tuo cuore e rivolgi ad esso i tuoi occhi, come se lo guardassi.
Ascolta attentamente con la mente i suoi battiti, l'uno dopo l'altro.
I santi Padri chiamano quest'operazione 'portare la mente dalla testa al cuore'. Quando ti sarai abituato a questo, comincia allora, sempre guardando interiormente il cuore, a far coincidere a ogni suo battito una parola della preghiera:
- Al primo battito dirai o penserai: "Signore;
- al secondo: Gesù;
- al terzo: Cristo;
- al quarto: abbi pietà
- al quinto: di me peccatore".
Dopo aver dato questo insegnamento, il Pellegrino dice ancora al cieco che lo ascoltava:
"Ripeti molte volte questo esercizio; per te sarà facile, perchè conosci già la preghiera del cuore e sei preparato ad essa.
Poi, quando ti sarai abituato anche a questo, comincia ad inspirare ed enspirare dal cuore tutta la preghiera di Gesù insieme con il respiro, così come insegnano i Padri.
- Inspirando devi dire o pensare: Signore Gesù Cristo;
- espirando: abbi pietà di me.
Ripetendo sempre più spesso questo esercizio, presto sentirai nel cuore un piacevole dolore, poi una specie di sensazione di sensazione di tepore.
E in questo modo, con l'aiuto di Dio, farai tua la dolce e spontanea preghiera interiore del cuore.
Ma sta bene attento a non coltivare figure o fantasie nella tua mente, chè i santi Padri raccomandano con forza di evitare la presenza di immagini nella preghiera interiore, e questo per non cadere in tentazione."
Queste raccomandazioni sembrano apparentemente rimandare alla tecnica semplice di sincronizzazione con le fasi di inspiarzione-espirazione che abbiamo descritto all'inizio; ma riflettendo attentamente scopriamo che rispetto alla tecnica semplice da noi indicata c'è un elemento in più: il raccoglimento nel cuore.
Questo la pone quindi tra le forme più avanzate e complesse che integrano l'attenzione, la postura, il respiro, la mente, il cuore e la preghiera di Gesù.

*****

per info, scrivere a don Luciano
eremita in citta marketingeremita in citta