Forum

Message posted on : 18/10/2010
Author : don Luciano
Topic : Dialoghi con Dio (5)

.

- RIDIRE I FATTI, RIASSORBIRE IL SISTEMA, RIPRENDERE IL PRESENTE NELLE MANI, RITORNARE ALLA GRAZIA CHE STA DAVANTI.

- Perchè, mio Dio, mi dici questo?

- PERCHE' SFUGGI A QUELL'ESSERE GRAZIA CHE E' IL QUI E ORA, E LI' C'E' L'OCCASIONE DEL VERO INCONTRO CON TE STESSO, CON ME E CON GLI ALTRI, CON IL MONDO.

- E' fatica stare su un tempo vuoto, mio Dio...

- LO SO, LO E', CARO MIO; MA E' QUESTO L'ESERCIZIO CHE FA GIRARE IL MONDO E MUOVERE L'INTERO UNIVERSO, ATTORNO A QUELLO CHE E' IL PERNO DEL NULLA PURISSIMO DELL'ACCOGLIENZA, DELLA POSSIBILITA' DEL FARSI DI OGNI COSA, DEL PARTIRE DI TUTTO DA CIO' CHE E' ZERO IN CRESCITA, E QUINDI NASCITA, E RINNOVAMENTO, E SORPRESA.
E' SOLO COSI' CHE SI SCORGE IL DIVINO NEL PRESENTE: ALTRIMENTI, TUTTO E' SOLO UMANO, MONDANO E TERRESTRE.

- Come far capire questo, mio Dio?

- CON LA SPERANZA CHE FONDA IL NULLA, LO ILLUMINA E DA SENSO AD ESSO.
SE TU NON HAI NULLA, MA IN TE C'E' SPERANZA, QUEL NULLA SI ILLUMINA; SE NON C'E' NULLA DI FATTO, MA TUTTO IN POTENZA, CERCO LA SPERANZA, CHE TI AVVIA A COSTRUIRE, CON LA TUA VITA, QUELLO CHE PUO' ESSERE.
QUESTA E' LA MIA IMPRONTA, L'IMPRONTA DEL DIVINO.

- Dove attingere questa speranza, mio Dio?

- IN QUEL NULLA CHE E' RAPPRESENTATO E RIPRESENTATO IN MIO FIGLIO.
NEL SUO FARSI NULLA NELLA STORIA SUA, NELLA STORIA EUCARISTICA, NELLA STORIA ECCLESIALE, NELLA STORIA DI OGNI GIORNO.
NEL PRESENTE, COME TI DICEVO.

- Farmi nulla con Te, dunque?

- EH, SI', CARO MIO: SOLO COSI' CI SI INCONTRA E SI VIVE L'UNICA REALTA' CHE VALE IN MODO AUTENTICO: IL PRESENTE.
ALTRIMENTI, LO VEDI NELLA VITA DEL MONDO, QUANTI SURROGATI SI CERCANO E SI TROVANO, SI BRAMANO E SI INVENTANO.

- C'è speranza che le cose cambino in meglio nel mondo, mio Dio?

- C'E' LADDOVE C'E' LA SPERANZA MESSA IN ATTO DA QUALCUNO.
ANCHE UNO SOLO, MA CON DIO.
SENZA DI ME NON POTETE FAR NULLA; PUOI FARE CIOE' TUTTO QUEL CHE VUOI,...MA A CHE COSA TI VALE?

- Ma questa speranza, mio Dio, ha qualche effetto concreto e visibile?

- CERTO: IN CHI LA VIVE QUESTO EFFETTO C'E' E PORTA FRUTTO IN E ATTRAVERSO CHI LA PRATICA.
DIRAI CHE E' POCO; MA BASTA UNA PICCOLA FIAMMELLA PER ORIENTARE NEL BUIO; NON OCCORRE UNA GRANDE LUCE.
COSI' E' LA SPERANZA: PICCOLA, MA EFFICACE.
LA SPERANZA NON E' INGOMBRANTE, E QUINDI ARRIVA DAPPERTUTTO E SVINCOLA FACILMENTE QUA E LA'.
MENTRE IL MONDO PUNTA ALLA GRANDEZZA, LA SPERANZA RIDONA VALORE ALLA PICCOLEZZA.
SE IMPARI A SCRUTARE TUTTO CON GLI OCCHI DELLA SPERANZA, COMINCERAI AD APPREZZARE TUTTE QUESTE PICCOLEZZE, E A VEDERE QUELLE COSE CHE PRIMA NON VEDEVI; ED ERI PORTATO A DIRE: LA' NON C'E' NULLA.
NO, NO: NEL NULLA NASCE LA SPERANZA, E LA SPERANZA RIDONA AL NULLA TUTTO IL SUO VALORE, E FA EMERGERE DAL NULLA TANTE E PREZIOSE PICCOLE COSE.
E' UNA NUOVA CREAZIONE, E' UNA RI-CREAZIONE OPERATA DALLA SPERANZA.

- Vederti uscire dal nulla, mio Dio, mi pare una cosa impensabile...

- MA E' QUESTA LA FEDE, CARO MIO!
SCRUTARE CON OCCHI NUOVI TUTTO QUANTO, COMINCIANDO PROPRIO DA ME!

.

per info, scrivere a don Luciano
eremita in citta marketingeremita in citta